show sidebar & content

Mi hanno parlato di olii essenziali e “aromaterapia”. Cosa sono esattamente e quali funzioni hanno?

11 ott 2012 /

Gli oli essenziali sono prodotti ottenuti per estrazione a partire da materiale vegetale aromatico, ricco cioè in “essenze”. Le essenze vengono prodotte dalle piante per molteplici ragioni e le ipotesi più forti vogliono che le essenze svolgano funzione allelopatica, antibiotica e fungano da intermediari di reazioni energetiche.

L’aromaterapia può essere considerata un ramo della fitoterapia che usa gli olii essenziali, ossia le sostanze volatili e fortemente odoranti delle piante.

il termine aromaterapia non identifica esclusivamente l’utilizzo olfattivo degli olii essenziali, bensì comprende tutte le applicazioni: topica (massaggi, impacchi, applicazioni pure) o inalatoria. Una definizione generale da tutti accettata potrebbe essere questa: l’utilizzo degli olii essenziali per il mantenimento della salute o per la terapia.

In aromaterapia gli oli essenziali possono essere utilizzati con varie modalità:

  • applicazione cutanea (ovvero per contatto con la cute):
    • bagni e pediluvi in acqua (profumata con oli)
    • massaggi (che utilizzano oli essenziali diluiti in oli vegetali nel ruolo di eccipienti e sfruttano le tecniche di base, ossia lo sfioramento, la manipolazione circolare e l’impastamento)
    • maschere, creme e lozioni (composte con l’aggiunta di oli essenziali)
    • impacchi (attraverso una pezza di cotone immersa in acqua fredda o calda, a seconda delle esigenze, a cui sono state aggiunte alcune gocce di olio essenziale)
  • inalatorio
    • inalatori (grazie agli oli essenziali disciolti in una bacinella di acqua calda che, grazie al calore, aumentano la loro proprietà antibatterica)
    • vaporizzatori (diffondono in aria le proprietà degli oli grazie al calore).